BANDO DI CONCORSO
 

In occasione del 3° anniversario della sua fondazione - 14 aprile 2000 / 14 aprile 2003 -
 

la Mailing List "HISTRIA"
 

con il patrocinio
 

dell' "Associazione per la Cultura Fiumana, Istriana e Dalmata del Lazio" e dell' "Associazione dei Dalmati Italiani nel Mondo"
 

bandisce un concorso a cui sono invitati a partecipare
 

gli allievi delle Scuole Elementari Italiane ( SEI ) e delle Scuole Medie Superiori Italiane ( SMSI ) che hanno sede in Croazia e Slovenia e gli studenti residenti in Dalmazia che conoscano la lingua italiana o il dialetto locale di origine veneta.
 

Il Concorso è articolato in due categorie di concorrenti
 

a) "Scolari della SEI", riservato agli alunni delle Scuole Elementari Italiane
b) "Studenti della SMSI", riservato agli alunni delle Scuole Medie Superiori Italiane
 

Con riguardo alla partecipazione degli studenti dalmati, per essere inseriti in una delle due sopra citate categorie, SEI e SMSI, è necessario che il candidato, nel corrente anno scolastico frequenti una scuola ad esse equivalente.
Per ogni categoria verrà premiato il saggio più significativo.
 

Il Concorso ML "HISTRIA" 2003 ha per titolo :
 

"I nostri veci ne conta . . . " - "I nostri nonni ci raccontano . . . ."
 

I testi dovranno essere redatti in lingua italiana o in uno dei dialetti romanzi parlati in Croazia e Slovenia.
 

I testi dovranno pervenire alla Segreteria della Mailing List "HISTRIA" entro il 14 aprile 2003.
 

I testi ritenuti meritevoli dalla Commissione Giudicatrice verranno pubblicati sul sito Internet "HISTRIA"
www.mlhistria.it
 

In occasione del III° Raduno della Mailing List "HISTRIA", che si svolgerà nell'estate del 2003 in località da destinare, saranno effettuate le premiazioni ufficiali.
 

Ai vincitori saranno assegnati i seguenti premi :
 

Al 1° classificato Euro 125
al 2° classificato Euro 75 - al 3° classificato Euro 50

 

Agli autori dei testi ritenuti idonei dalla Commissione verrà consegnato un diploma di partecipazione; la Commissione escluderà dal suo esame i testi non allineati con lo spirito del Manifesto della ML "HISTRIA" allegato al presente Bando di Concorso e quelli evidentemente non originali.
 

I nomi dei componenti la Commissione, in maggioranza membri della Mailing List "HISTRIA", saranno resi noti solo dopo la data di consegna degli elaborati.
 

I saggi dovranno pervenire al seguente indirizzo Internet


histria@iol.it
 

oppure per posta raccomandata, farà fede la data del timbro postale, alla

"Associazione per la Cultura Fiumana, Istriana e Dalmata del Lazio"
Via Antonio Cippico n. 10
00143 ROMA

 


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

L' "Associazione per la Cultura Fiumana, Istriana e Dalmata del Lazio"
 

offre un premio di Euro 125 per il saggio che "metterà maggiormente in risalto la cultura tradizionale giuliano - dalmata vissuta nel suo territorio originario"

****************************

L' "Associazione dei Dalmati Italiani nel Mondo"

offre un premio di 125 Euro per il saggio che si distinguerà "per i suoi originali riferimenti alla Dalmazia".

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

La Presidenza del Concorso
13 dicembre 2002
--------------------------------------------------------------------------------------------------
 

MANIFESTO PROGRAMMATICO ML HISTRIA
 

La ML Histria, sorta per preservare e tutelare l'identita' culturale istriana (e fiumano-dalmata) di carattere italiano, in base allo spirito multietnico dei nostri tempi e svincolata da ogni appartenenza partitica, intende promuovere rapporti di collaborazione con TUTTI gli istituti e TUTTE le organizzazioni che nell'attuale regione istriana, attualmente divisa tra gli Stati Nazionali d'Italia, Slovenia e Croazia, e altrove si propongono analogo fine: studiare, custodire e sviluppare l'identità culturale specifica della Regione ISTRIA-ISTRA.
 

La ML Histria consapevole dell'ineludibile realtà che vede attualmente nella Regione la prevalenza delle componenti slovene e croate rispetto all'altra componente storica istriana, quella italiana, ha come finalità di valorizzare, far conoscere e promuovere questa componente ora minoritaria e conseguentemente di valorizzare la Comunità Nazionale degli Italiani di Slovenia e Croazia (d'ora in avanti C.N.I.) tuttora presente in Istria, a Fiume ed in Dalmazia soprattutto cercando di sensibilizzare al riguardo i cittadini ed i mezzi d'informazione italiani.
 

Per questo scopo sollecita la collaborazione di tutti per il superamento d'ogni anacronistica contrapposizione sia tra i rappresentanti della diaspora giuliana che le C.N.I., che tra questi e i nuovi stati europei di Italia, Slovenia e Croazia, al fine di ricostruire insieme la storia, e soprattutto il futuro, della regione istriana nel pieno rispetto di tutte le culture in essa storicamente presenti.
 

Riconosciamo la necessaria complementarietà di queste tre etnie che un secolare percorso formativo, venutosi a distillare in terra d'Istria, ha visto unite in stretti rapporti d'interdipendenza dando vita ad uno "specifico culturale istriano" che, per la sua stessa natura, non può rinunciare a nessuna di questre tre componenti senza perdere gran parte della sua identità culturale e storica.


La commissione di valutazione
 

Presidente della commissione: Gianclaudio de Angelini, Roma

Gli altri componenti della commissione:

Prof. Maria Luisa Botteri, Monte Compatri (Roma)
Axel Famiglini, Cesenatico
Patrizia Lucchi, Venezia
Mauro Mereghetti, Milano
Prof. Olga Milotti, Pola
Furio Percovich, Montevideo (Uruguay)
Prof. Mirella Tribioli, Frascati
Giorgio Varisco, Padova