TEMA PER LE SCUOLE MEDIE SUPERIORI :

"Come immagini il futuro del tuo Paese nella comune casa europea ?"

 

DALMAZIA in MONTENEGRO – Medie Superiori – Categoria “ d “ :

 

 

1°  PREMIO

 

 motto KARO                        Ivan Karabasic’

 

II classe

                                                                                       Scuola Media, Ginnasio – Cattaro

 

Motivazione: “Il concorrente dimostra una buona conoscenza della tematica europea di cui fa una disamina interessante e particolareggiata nella prima parte dell'elaborato, anche se l'italiano non è proprio perfetto. Continua traendo le conclusioni su l'apporto che il Montenegro potrebbe dare all'Europa e su ciò potrebbe avere con l'ingresso nella casa comune europea. Conclude affermando che l'idea dell'europeismo deve essere il punto di partenza per qualunque tipo di progresso. Positiva la visione nell'insieme”.

 

            Prima di tutto, l’Unione Europea è una istituzione politica, economica e culturale a cui fa parte la maggioranza dei paesi europei cioè i paesi più sviluppati. Al momenti, ne fanno parte 25 paesi. Questo numero è destinato a crescere nei prossimi anni. E cosi spero che anche il Montenegro possa un giorno entrare nell’Unione Europea.

            Montenegro non è uno dei paesi “ricchi”. Ma, con il sostegno dei programmi economici e industriali all’interno dell’UE, il progresso del Montenegro è assicurato (basta solo citare l’esempio dell’Irlanda oppure del Portogallo, i due paesi che, da quando sono entrati nell’UE, hanno avuto, e tutt’ora hanno una crescita economica importante).

            Ciascun paese prima d’entrare nell’UE, deve raggiungere gli standard dell’UE. Non solo sul punto di vista economico, ma anche quello sociale, per esempio il rispetto dei diritti umani, e così via. Penso che il Montenegro abbia gia una società libera e democratica.

            Per quanto riguarda l’aspetto economico, il Montenegro è un paese che vive principalmente di turismo. Montenegro ha delle bellezze naturali eccellenti (per esempio, il canyon di Tara oppure il golfo di Cattaro, entrambi riconosciuti dall’UNESCO come il patrimonio d’umanità). Quando farà parte dell’UE al pieno titolo, ci sarà, forse valorizzazione ed un apprezzamento maggiore delle potenzialità turistiche del Montenegro.

            Ci sono anche delle risorse naturali come per esempio giacimenti del carbone, il metano vicino le coste, e poi alluminio, ferro, eccetera.

            Anche se il commercio ha un ruolo molto importante nel quadro economico del mio paese, con l’entrata nell’UE si potrebbe rafforzare ulteriormente. I commercianti non avrebbero, allora, nessun problema ad esportare nei ed importare dai paesi europei.

            Sul piano politico – giuridico, ci sono moltissime leggi in vigore in tutti  paesi dell’UE. Così la società montenegrina potrebbe migliorare. Sarebbe, allora, una società aperta, e basata sui principi europei.

            I cittadini potrebbero viaggiare tranquillamente senza alcun problema, gli studenti potrebbero studiare in uno dei paesi dell’UE, e ottenere il diploma che sarebbe riconosciuto sia dal paese d’origine che da ogni singolo paese dell’UE. Insomma, ci sarebbe un scambio di idee continue.

            Dunque, l’UE rappresenterebbe tanto ad un paese piccolo come il Montenegro. Il Montenegro è un paese con profondi radici europee, e pochissime volte nella storia e rimasto fuori dalle vicende che hanno interessato di più il nostro continente. In tale senso, penso che il Montenegro meriti di entrare nell’UE. L’idea dell’europeismo deve essere il punto di partenza per qualunque tipo di progresso. D’altronde, l’unione fa la forza, vero?

 


 

  PREMIO

 

motto VLAKKA                       Vladan Radović

 

I classe

                                                                                                 Scuola Media, Ginnasio – Cattaro

 

Motivazione: Il concorrente appare  preoccupato per la cattiva fama che negli ultimi anni ha danneggiato il nome del Montenegro all'estero e si affanna ad assicurare che i "montenegrini" non sono così. Quindi si dilunga a elencarvi benefici dell'ingresso del Montenegro in Europa , dimostrandosi speranzoso che questo avvenga al più presto. Accenna a progetti comuni tra più stati come le grandi autostrade internazionali e si dimostra ottimista  e benaugurante per il futuro.

 

 

Come immagini il futuro del tuo paese nella comune casa europea

 

        Cari signori della Histria, prima di cominciare con il testo vi vorrei illustrare la momentanea situazione nel mio paese, il Montenegro. Credo che in Italia il Montenegro sia noto per il contrabbando di sigarette, e credo che sarà difficile recuperare la reputazione precedente agli anni ’90. Ma la reputazione e stata davvero rovinata quando hanno attaccato Dubrovnik (dico ”hanno” invece che “abbiamo” di proposito perché non sono stati i Montenegrini a farlo, ma é il Montenegro che ci ha rimesso la reputazione). Credo che la maggior sfida per il mio paese per entrare nell’UE oltre che eseguire i doveri verso l’UE, (tipo: c’è molta pirateria di CD, il che è inaccettabile per l’Unione Europea, e questo è il minor problema) sia di recuperare la reputazione rovinata.

Il futuro del mio paese l’ho immaginato sempre nella UE. La risorsa principale del Montenegro é il turismo, e il futuro del mio paese lo vedo come una piccola nazione che vive di turismo, sia d’estate che d’inverno. E credo che l’essere una nazione della UE faciliterebbe molto il turismo nel Montenegro. Perché se non c’è bisogno di passaporti, se non ci sono dogane per i turisti è molto più facile e molto meno costoso andare o visitare il Montenegro. Oltre a questo l’UE facilita anche lo studio all' estero, che è molto importante per me perché credo che le università all’estero siano migliori di quelle nel Montenegro o nella Serbia. Di sicuro aumenterebbe il transito attraverso il Montenegro fino alla Grecia e la Turchia, il che di conseguenza porterebbe alla costruzione di grandi autostrade sia quella adriatica (fino alla Grecia) che fino a Belgrado in Serbia. E la situazione economica migliorerebbe molto.

Anche l’UE avrebbe i suoi vantaggi facendo diventare il Montenegro un paese membro a pieno titolo. Specialmente per il transito di merce varia fino alla Turchia e al Medio Oriente e il contrario. Dunque, immagino che fra 20 anni il Montenegro sarà  naturalmente membro dell’UE, non sarà di certo un paese ”ricco” ma credo che ci si potrà vivere abbastanza bene. Cosi immagino il futuro del mio paese.


 

 PREMIO

                                                                                 motto IL FLAUTO                    Angela Mijušković

II classe   

 Scuola Media di Musica – Cattaro - 

La concorrente si dimostra attenta al problema dei rapporti tra i giovani europei e il loro inserimento nel mondo del lavoro non solo ma descrive anche una sua esperienza quando a Barletta ha incontrato giovani provenienti da tutt'Europa e le impressioni che ha ricavato dalla visione alla tv delle immagini di importanti eventi europei, nel bene e nel male. Lamenta la difficoltà per un giovane montenegrino di ottenere il visto per viaggiare in Europa e spera che queste limitazioni spariscano a più presto anche se sa che ci vorrà del tempo. In ogni caso ha una visione positiva della problematica.

Come immagini il futuro del tuo paese nella comune casa europea

                           Il mio paese e piccolo. Sono nata qui ed ho passato la mia infanzia qui,con i miei amici. Il Montenegro e un paese molto bello specialmente la Boccha di Cattaro dove vivo io. Tutti i giovani immaginano bello il loro futuro. Come lo immagino io?

                        Immagino un mondo nella comune casa europea dove tutti avranno un lavoro,dove i miei genitori saranno felici con il loro lavoro che hanno,dove io potrò conoscere diverse culture ed altre lingue,altre tradizioni e costumi. Dove potrei comunicare imparando le lingue straniere nei paesi stranieri dove la lingua e la loro. Perché mi occupo della musica,studio il flauto e vorrei conoscere i miei coetanei che lo stesso suonano e studiano come me,per confrontare le loro esperienze con le mie. Vivo in un piccolo paese e dei paesi stranieri ho visto solo l' Italia (Barletta). Per me era una scoperta, cioè era l' inizio della scoperta dell' Europa nel piccolo, perché erano presenti i studenti da tutti i paesi europei. Allora ho sentito lo spirito comune europeo che costruisce il suo fondamento nei contatti tra i giovani. Io ho tanti amici che imparano le lingue straniere ,anche se non sono mai stati in nessun paese europeo. Mi chiedo come si può istallare una migliore comunicazione tra i giovani,se esistono cosi tante barriere per entrare nell' Europa....il problema del visto ,che e quasi irraggiungibile  per noi di Montenegro e la grave situazione economica. Tutto quello che so dei paesi europei e tramite la tv, cioè la realtà virtuale,ma lo spirito degli altri paesi si deve sentire nella comunicazione tra i giovani. Secondo la nostra stampa,Montenegro dovrebbe entrare nell' Europa nel 2015, ed allora io avrò 26 anni. Come posso immaginare il futuro del mio paese nell' Europa se li non ci sono mai stata. Penso che si debba comunicare di più e viaggiare di più con i giovani dell' Europa. Specialmente l' impressione su di me hanno lasciato i giovani cha hanno espresso la loro solidarietà e la loro collettività nella felicita e nella solidarietà con tutte le persone del mondo specialmente per quelli che sono bisognosi e che sono poveri e lottano contro il terrorismo attuale. Quelle immagini sono state impressionanti, specialmente sulla Piazza di San Pietro d avanti al defunto Papa Giovanni Paolo ll. Per il momento  la tv e per me la finestra tramite la quale vedo questa Europa che ci lancia i segnali della speranza,della solidarietà e l' immagine di un mondo che io non conosco ancora e che spero di poter conoscere al più presto.