MESSAGGI D' AUGURIO


 

                      Il Presidente del Senato della Repubblica

MESSAGGIO AUGURALE PER L'XI RADUNO DELLA MAILING LIST HISTRIA

  

Nel mandare un caloroso saluto agli organizzatori e partecipanti, mi pregio di confermare la mia personale gioia per il raduno della MLH a Buie con la riproposizione, ormai decennale, del premio letterario per i giovani parlanti italiano in Slovenia, Croazia e Montenegro, in quest'anno in cui tutti noi festeggiamo i 150 anni dello stato italiano. Da sempre io propugno l'amicizia tra i popoli europei e incoraggio ogni iniziativa che incrementi la comprensione reciproca pur conservando la propria identità e memoria storica.

Auguro a tutto di proseguire l'opera intrapresa. 

Renato Schifani
Presidente del Senato della Repubblica


 

 

Presentiamo questa nuova raccolta dei temi che hanno partecipato al Concorso letterario Mailing List Histria 2011 sostenuti da un nuovo elemento di speranza identificato nel prossimo ingresso della Croazia in seno all'Unione Europea.

Si avvicina infatti il giorno nel quale non ci sarà più necessità di fermarsi e presentare i documenti di identificazione personale al confine tra Slovenia e Croazia ma di fatto finalmente una ritrovata lungimiranza politica promossa da uomini di buona volontà permetterà quella libera circolazione delle persone e delle merci che si pone a fondamento della pace e del progresso in seno al lungo cammino di integrazione europea.

Per la comunità italiana questo importantissimo fatto rappresenta la conclusiva riunificazione dei nostri connazionali che si erano improvvisamente ritrovati divisi dall'incomprensibile confine sorto nel cuore dell'Istria a seguito della dissoluzione della Jugoslavia.

Ora tutti gli italiani residenti in Istria, a Fiume, nel Quarnaro e nella Dalmazia potranno transitare liberamente attraverso lo storico territorio di insediamento della comunità italiana autoctona riallacciando rapporti e collaborazioni che la divisione tra Slovenia e Croazia aveva in parte ostacolato.

Il nostro concorso letterario, rivolto a tutti i ragazzi residenti lungo il litorale adriatico orientale, aveva, se vogliamo, già precorso i tempi unificando sotto la bandiera della cultura e della lingua le giovani generazioni che si erano trovate divise da una storia troppo spesso ingiusta anche se ineludibile dati gli eventi.

E' con questo spirito di ritrovata unità e di ottimismo che diamo alle stampe questo nuovo libro che contiene le idee e i pensieri delle generazioni del domani, le quali saranno chiamate a confermare o a respingere le scelte politiche intraprese in questi ultimi anni. Noi crediamo che i giovani che hanno espresso le proprie opinioni ed osservazioni tramite i testi inviati alla nostra attenzione credano fermamente nei valori di pace, libertà, democrazia, uguaglianza e rispetto per la diversità che rappresentano i principi cardine del vivere civile nell'Europa del XXI secolo ed in particolar modo in seno ad una terra plurale come quella nella quale presentiamo questo concorso letterario rivolto alle giovani menti che diventeranno i protagonisti del prossimo futuro.

Crediamo in tal senso di aver finora compiuto un buon lavoro e di aver contribuito ad accrescere la consapevolezza comune del fatto che solo attraverso una piena conoscenza della propria storia e delle proprie peculiarità tradizionali ci si possa confrontare con l'altro con pieno rispetto e nel reciproco riconoscimento di pari dignità, ovvero edificando quell'Europa dei popoli che veda genti di diversa provenienza e cultura unita da valori condivisi ed obiettivi comuni.

Noi siamo certi che i giovani che ci hanno voluto regalare preziosi frammenti del proprio intimo essere attraverso gli elaborati che ci accingiamo a leggere rappresenteranno una delle spinte propulsive di questa integrazione europea che, purtroppo, anche a causa delle crescenti difficoltà economiche e finanziarie, stenta a decollare.

L'importante è che ognuno di noi dia ora il proprio contributo fattivo a quella che deve essere sentita da tutti quale causa comune. Se sapremo conservare l'identità culturale italiana nella Venezia Giulia ed in Dalmazia forniremo quei basilari elementi fondanti necessari a quella nuova Europa che noi tutti vogliamo nella quale ogni uomo possa vivere in pace e prosperità senza odi, guerre o discriminazioni.

Ci accingiamo pertanto a pubblicare non solo una semplice raccolta di temi ma un vero e proprio vademecum di ciò che deve essere ricordato e preservato per costruire il domani della comunità italiana e, di conseguenza, di tutti  i popoli che vivono all'interno del continente europeo.

 Axel Famiglini

Fondatore e coordinatore della Mailing List Histria


 

Fu nel lontano 2002 che, tra le varie iniziative promosse dalla Mailing List Histria, pensammo ad istituire un concorso letterario per i ragazzi dell’area di storico insediamento della comunità italiana in Slovenia e Croazia. L’idea a molti, allora sembrò avveniristica, ma le nostre titubanze furono vinte dalla partecipazione che il primo concorso ebbe tra i ragazzi delle scuole italiane, tanto che il Concorso è andato nel tempo sempre più ampliandosi toccando tutta l’area adriatica sino alle Bocche di Cattaro e coinvolgendo nell’iniziativa varie anime dell’associazionismo giuliano. Sin dalla prima edizione l’Ass.ne per la cultura fiumana, istriana e dalmata nel Lazio e l’Associazione dei  Dalmati Italiani nel Mondo, a cui in seguito si sono unite di volta in volta altre realtà come Istria Europa di Lino Vivoda, la Famia Ruvignisa, il L.C.E. di Pola, quello di Fiume e singoli esuli, come è stato proprio per l’edizione di Buie, con il premio speciale istituito da fratelli Luciano e Fiorella Bonetti.

Incominciando a fare un piccolo bilancio della manifestazione possiamo dire che ha svolto in pieno tutti gli scopi che avevamo vagheggiato in quel lontano 2002. Dalla prima premiazione avvenuta a Pirano abbiamo, anno dopo anno, coinvolto le C.I. di Rovigno, Albona, Pola, Isola, Fiume, Capodistria, Sissano, Buie ed ora, col nuovo concorso, quella di Pisino. Tutto questo ha creato una stretta rete di rapporti tra le nostre due comunità, quella che ancora oggi, ci si ostina a chiamare in maniera impropria  degli  Esuli e dei Rimasti. Ha fatto capire in Italia, grazie ai libri che anno dopo anno hanno raccolto gli elaborati, quanto ancora sia viva la presenza della storica componente romanza nell’altra sponda adriatica e, questo per merito di chi ce ne ha sponsorizzata la stampa: un primo pionieristico libretto per merito della Provincia di Venezia, il secondo ad opera dell’Associazione dei dalmati e poi, a partire dal terzo volume, ad opera del C.D.M. che ne ha curato l’edizione con una veste tipografica migliorata. In ogni nostra manifestazione poter dare copia di questi volumi ai più alti livelli della rappresentanza politica e culturale italiana è stato sia un ottimo biglietto di visita sia per la M.L.H che per tutte le altre associazioni che si sono meritoriamente unite alla nostra iniziativa ma, cosa più importante, ha significato la dimostrazione fattiva dell’alto livello del corpo insegnante operante nelle scuole italiane e nei centri di cultura italiani in Slovenia, Croazia e Montenegro.

Concludo questo mio breve intervento con un doveroso ringraziamento alla Comunità degli Italiani di Buie e alla sua brava e preparata presidente Lionella Pausin Acquavita e a tutta la comunità buiese sindaco in testa, che ci ha fatto sentire a casa, come del resto è giusto che sia, quando istriani, fiumani e zaratini s’incontrano.

 Gianclaudio de Angelini
Presidente commissione giudicatrice del concorso


 

Messaggio del Sen. Sergio De Gregorio

Presidente della Delegazione italiana

presso l'Assemblea parlamentare della NATO

  

Cari amici,  rinnovo anche quest'anno il mio augurio per il vostro XI raduno presso la Comunità degli italiani di Buie d'Istria. E ai ragazzi parlanti italiano della Slovenia, Croazia e Montenegro che, sempre più numerosi e guidati da insegnanti ammirevoli per dedizione, partecipano al concorso letterario, rivolgo i miei complimenti per il loro impegno con cui contribuiscono alla conservazione della comune memoria storica e della cultura italiana. Auguro a tutti di continuare nella vostra opera con il successo che meritate.

 

Roma, 10 giugno 2011.

 

 

Purtroppo,
per impegni già presi e l'imminenza del prossimo raduno di Pola, non potrò essere a Buie per il Raduno della ML Histria, Vi prego di rappresentare ufficialmente ed a mio nome il Libero Comune di Pola in Esilio al Raduno ed alla Premiazione del Concorso Letterario e di portare a tutti i presenti ed in particolare  agli organizzatori i miei complimenti per il lavoro fatto ed i saluti del Libero Comune di Pola in Esilio,
Con molti cordiali saluti

Argeo Benco Presidente dell'Associazione Libero Comune di Pola in Esilio

____________________________________________ _________________________________________________________________

La prego di porgere al raduno di Buie della Mailing Histria il saluto più cordiale da parte degli esuli dalmati che rappresento. Il vostro gruppo sta dando un contributo importante all’informazione corretta e ai rapporti fra le due sponde dell’Adriatico. E noi lo apprezziamo sinceramente. 

Franco Luxardo – presidente Associazione dei Dalmati Italiani nel Mondo

 

 

Ringrazio sentitamente per l'invito alle manifestazioni del XI Raduno della ML Histria.

Esprimo il mio plauso per la meritoria attività del vostro sodalizio a cui auguro sviluppi ancor maggiori.

Mi duole comunicare che non mi è possibile essere personalmente presente; ho chiesto a Franco Biloslavo di rappresentarmi.

Trasmetto a lei ed a tutti i partecipanti il mio saluto più cordiale.

 

Lorenzo Rovis  Presidente dell'Associazione delle Comunità Istriane

 

 

Leggo sul quotidiano La Voce di ieri che l' 11 e il 12 giugno vi riunite a Buie e allora, dopo parecchi mesi, ho acceso il pc per mandarvi un saluto e augurarvi un felice incontro.

Anch' io avrei voluto partecipare ai lavori -  vedo un programma intenso, interessante e attento, come sempre, alle nostre finalità  -  ma anche rivedere i vostri cari volti e aggiornarmi sulle discussioni in corso in questi ultimi mesi e conversare un po', al di fuori della parte strettamente ufficiale.

Niente di tutto questo. Per me, per la mia famiglia, il 2011 è stato un anno infausto, è un anno infausto, un dolore dietro l' altro, tanto che non sono in grado di seguire l' attività comunitaria, né quella della MLH, e mi dispiace moltissimo per entrambe.

 

Vi abbraccio tutti con affetto, con l' augurio di uno splendido Raduno, anche da parte di Carlo,

                                                                                                                           Olga Milotti

 ____________________________________________________________________________________________________________

 

Carissimi tutti,

 

impossibilitato ad essere presente al raduno ML di Buie 2011, mi è gradito porgere a Voi ed a tutti i presenti il mio più cordiale e fraterno saluto ed augurio nel nome della cultura e dell'amicizia tra uomini della stessa terra.

 

Federazione degli esuli Istriani Fiumani e Dalmati

Il Segretario Generale

Giorgio Varisco

 


AUGURO DI CUORE ALLA VOSTRA STRAORDINARIA MANIFESTAZIONE GRANDE SUCCESSO PER LA IX EDIZIONE DEL CONCORSO E ALL'XI VS.RADUNO NELLA SPLENDIDA CITTA' DI BUIE COLGO L'OCCASIONE PER AUGURARE A VOI TUTTI E ALLE VOSTRE FAMIGLIE UNA SERENA E FELICE S.PASQUA!

BRUNO G.MORETTO
PRESIDENTE Associazione Veneziani nel Mondo
C/o CCIAA - Sede di Marghera
Via Banchina Molini, 8
30175 Marghera - Venezia

Web : www.venezianinelmondo.it
E-mail: info@venezianinelmondo.it

 

 

Cari amici

Tanti auguri per il vostro incontro di Buie,come sempre, ne siamo sicuri,  sarà un successo

Quello che state facendo e`una cosa nobile ,per tutti noi ,e per la nostra terra. congratulazioni..

Un saluto e un abbraccio a tutti Voi .

Dal Canada ,Mario e Franca Lorenzutti,ciao

 

 

_

Ringrazio del cortese invito ed auguro la migliore riuscita, secondo le aspettative degli Organizzatori e di tutti gli esuli che desiderano il mantenimento della cultura italiana dei nostri padri in Istria e Dalmazia.

Non potrò essere presente, purtroppo, ma parteciperò al raduno dei Polesani a Pola dal 16 al 19 giugno.

Cordiali saluti.

 

Tito Lucilio Sidari

Vice-sindaco del Libero Comune di Pola in Esilio

Esule da Pola

 

 

 

Inviamo la presente per scusare la mancata partecipazione di Coordinamento Adriatico al XI Raduno della ML Histria che si svolgerà nei prossimi 11,12 e 13 giugno.

Purtroppo i nostri collaboratori sono impegnati in altre iniziative e quest’anno non potranno partecipare.

Inviamo a tutti i relatori e partecipanti i nostri auguri di una proficua giornata di lavori.

Con i migliori saluti.

Coordinamento Adriatico

Prof. Giuseppe de Vergottini 

 

COORDINAMENTO ADRIATICO

Via Santo Stefano 16, 40125 Bologna

Tel. 051.231032 – Fax. 051.265850

e-mail: info@coordinamentoadriatico.it

sito: www.coordinamentoadriatico.it

  

 

Carissimi
come avevo già anticipato, non potrò avere il piacere di conoscervi di persona
al Raduno della Mailing List, mi mancano ancora 12 giorni (Inshallah) da passare in terra Afghana. Avrei scambiato volentieri Buie con Herat, soprattutto ora che al caldo si è aggiunta anche, temporaneamente spero, l'umidità.
Non crediate però che non vi porti nel cuore, come ogni giorno penso all'Istria.
La prima cosa che vedo, come mi sveglio la mattina, sono le mie Bandiere, la Capra, il Leone di San Marco, e la Bandiera Brasiliana, quest'ultima di questi tempi mi fa venire un po' di rabbia, pensando alla negata estradizione di Battisti, che tra l'altro andrà a vivere nella mia città, São Paulo.
Penso all'Istria anche vedendo quel cartello davanti ai container degli Sloveni, Portoroz, che prima di partire correggerò, come vi ho detto.
Vi saluto tutti, e spero che ci vedremo al Raduno del 2012.
Un abbraccio

Filippo

Carissimi,
Axel, e a tutti i bembri della lista, colaboratori e partecipanti , purtroppo  a causa della mia salute, anche quest`anno mi è  impossibile  essere presente al XI RADUNO M.LHistria. a Buie, ma permettetemi di porgere a tutti Voi il mio ringraziamento per tutto quello che state facendo per i cittadini di Buie, e per tutta l`Istria incluso Fiume e Dalmazia. Io anche invisibile sarò con Voi  col mio pensiero, e come sempre Vi auguro buon successo alla nostra aspirazione di coesistenza diffondendo  i veri contatti coi nostri fratelli rimasti nelle terre dei nostri antenati, e con ferma sincerità prendo questa occasione di ringraziare i
nostri giovani studenti, e a tutti quelli che con fermezza e amore collaborano affinché la nostra secolare multicultura non vada perduta, ma possibilmente come tale conservata affinché essa continui a rappresentare l`anima di un popolo in pericolo d`estinzione del nostro secolare tessuto, senza il quale non vi potrebbe più germogliare . Buon viaggio d`andata ed atrettanto un buon e salvo ritorno, con un grande saluto a tutti .

P.S. A Tutti Voi una mia poesia.
Steme Ben.
Mario Demetlica - Histrian Australia



OGNI VOLTA.

Oh Istria cara,

qui son nato e cresciuto,

ed ogni volta,

ogni volta che ritorno,

non vorrei più ripartir.

Ho nel corpo il calore del tuo sole.

Ho negli occhi il colore del tuo bel mare.

Ho nel cuore l`azzurro del tuo cielo,

e nel mio respiro l`aria dei tuoi fiori,

ed ogni volta che devo ripartire,

tutto ciò mi porto per ricordo di te.

La mia casa e` lontana,

la mia famiglia e` in Australia,

ma le mie sole radici rimangono qui.

Tu sei le mie radici,

e non vorrei lo sai?.....

lasciarti mai più.... perché?

Ogni volta che debbo lasciarti,

sento tristezza e un vuoto nel mio cuore,

e non mi resta che soltanto la gioia,

e la speranza del pensiero,

che forse ancora ,

ti rivedrò.

<>0<>

Mario Demetlica-Histrian.

Australia. 2- 6 - 2011.