TEMA PER LE SCUOLE ELEMENTARI

 LAVORI DI GRUPPO:

categoria 2

Tema: "Il turista che viene nella tua regione cerca cultura, divertimento e luoghi ove mangiare cibi caratteristici: prepara una o più schede informative per aiutarlo ad apprezzare la tua regione"

1° PREMIO EX – AEQUO

Patrick Barlessi, Rea Deghenghi, Mia Belci,  Natalie Manzin, Matteo Božac, Marin Premate,

Matteo Buić, Davide Primc, Liam Robert Bertetić, Chiara Kalebić, Elena Molac, Lea Gudelj,

Kristina Gasparini, Adamandia Koželj, Ioanna Koželj, Teodor Macan, Nikola Prodanov

Motto: NOI

            classe II  Scuola Elementare Italiana " Giuseppina Martinuzzi "  Pola

Motivazione: un impegnativo lavoro di squadra di questi piccoli alunni che hanno incorniciato l'Istria con i loro genuini articoli ed illustrazioni, dando modo di valorizzare ogni località con grande spirito di osservazione.

 

 
 

                    1° PREMIO EX – AEQUO

            Debora Janković,    Darja Čepon

        Motto: SOLE       

  Classe V ottennale

           Scuola Elementare "Vincenzo de Castro " Pirano

Motivazione: con un breve itinerario turistico della zona, gli autori ci propongono antiche e sane ricette da assaporare

PIRANO

Pirano è il nostro comune ed è una città molto vecchia non lontana da Portorose. Pirano ha tantissimi monumenti, le mura, le rive e 11 chiese: la più grande è il Duomo di San Giorgio, che si vede da tutto il Golfo, poi Santo Stefano, Santa Maria della Neve, San Pietro. Il Duomo si trova su una collina, sopra il centro storico, da dove si ammira il mare Adriatico; da lì si vedono altre due nazioni, cioè l'Italia e la Croazia. La piazza più conosciuta di Pirano è Piazza Tartini. GiuseppeTartini nacque a Pirano il 1692 e fu un grande musicista ed un ottimo violinista di fama internazionale.
Gli abitanti del comune di Pirano sono circa 17.500, di questi solo 4.700 vivono nel centro storico.
Gli altri risiedono a Portorose, Lucia e negli altri piccoli centri di periferia. A Pirano vi sono scuole slovene ed italiane, noi siamo alunne della scuola elementare italiana "Vincenzo de Castro", che ha sede nel centro storico di Pirano ma possiede sezioni anche a Lucia e Sicciole, vicino alle famose saline, da dove stiamo scrivendo.
A Portorose ci sono tantissimi alberghi e casinò grazie al turismo, sia estivo che congressuale:infatti durante tutto l'anno gli hotel sono aperti per ospitare i congressisti e attrezzati per organizzare manifestazioni, raduni e congressi.
La città di Portorose è piccola ma molto bella infatti si possono fare molti sport tra cui il tennis, nuoto, pallacanestro e calcio; d' estate gli sport sono: attività subacquee, sci d'acqua, barca a vela e altro. Qui infatti tutti gli anni vengono turisti da tutto il mondo. Di notte è bellissimo passeggiare sulla spiaggia
I negozi sono tantissimi, situati in centro, infatti si possono trovare souvenir, cartoline ed altro.
Portorose è il più grande centro balneare sloveno: qui il clima è mediterraneo, la vegetazione rigogliosa e le sue spiagge sabbiose lunghe circa due km. Il mare d'estate arriva fino 26C .
Portorose era conosciuta come luogo di cura già da secoli: fu l'impero austro-ungarico a costruire i primi alberghi, all'inizio del XX secolo.
La posizione geografica, il mare, il clima,i collegamenti e la tradizione sono gli elementi che hanno favorito lo sviluppo turistico di questo comune che, con circa 13.000 posti letto, è il del turismo balneare sloveno. Gli alberghi, i ristoranti, le osterie offrono tantissimi piatti, ma noi vogliamo farvi conoscere alcune ricette tradizionali, che usiamo ancora oggi in famiglia, ma che si possono ritrovare anche nei locali che offrono cucina istriana. Vi presentiamo ora alcune ricette di primi piatti e di seconde portate di carne o di pesce.
 

Tagliatelle ai tartufi

Ingredienti (per 4 persone), 400g di farina, 4 uova ,50g di burro, 20g di formaggio(parmigiano), sale, tartufi

Preparazione:
Dopo aver mescolato bene uova e farina, stendere l'impasto creando una sfoglia
sottile che verrà tagliato in strisce di circa 5 mm.
Cuocere la pasta, scolare l'acqua lasciando appena un po' della sua acqua di cottura e metterla in una marmitta calda.
Condire con burro e parmigiano, quindi grattugiarvi sopra il tartufo a piacere .

Minestra de formenton (minestrone di mais)

ingredienti:4 pannocchie di granoturco fresco, 300g di fagioli freschi, 2 patate, 50g di lardo o olio di oliva a piacere, 1/2 di cipolla, 1 spicchio di aglio, 2 cucchiaini di farina di frumento prezzemolo, sale e pepe

Preparazione:

la tradizionale minestra di mais e fagioli istriana può essere arricchita, nella versione invernale, con un osso di prosciutto cotto.
Fate bollire le pannocchie sgranate insieme con i fagioli e con le patate sbucciate e tagliate a tocchetti ; mentre cuociono, preparate a parte un soffritto con il lardo, la cipolla e aglio, farina, e in ultimo mettete il prezzemolo tritato. Quando finisce la cottura, mettete il soffritto nella minestra, poi pepe e sale per condire, mescolate tutto e mettete in piatto!

Sepe sofigade (seppie in umido)

Ingredienti: 1 kg di seppie, 1 cipolla, 1 cucchiaio di farina bianca, olio di oliva, sale, pepe

Preparazione:

pulite le seppie (o meglio fatevele pulire in pescheria, perché è un lavoro "sporco" e faticoso), ma salvate il sacchetto con il nero (inchiostro). Sbucciate e tagliate la cipolla in piccoli pezzi, soffriggetela con la farina nell'olio fino che cambia colore. Mettete poi dentro le seppie tagliate in pezzi grossi e aggiungete pepe e sale. Fate insaporire per qualche minuto, poi coprite le seppie con acqua con dentro il nero di seppia e fate bollire tutto quanto per circa un'ora. Le seppie così preparate possono essere mangiate con la polenta.
 

"Calandraca"

Carne mista:capel di prete,muscolo,carne di pollo maiale o vitello, 1/2 kg. di patate,cipolla,sale
Olio,aromi(tipo "ariosto"),rosmarino,salvia,un quarto dado

Conserva concentrata di pomodoro

Friggere la cipolla tagliata a piccoli pezzettini nell'olio,poi mettere la carne tagliata a pezzetti e cucinare nell'olio per bene.
Aggiungere gli aromi tipo "ariosto"o salvia,rosmarino,sale e mezzo dado.
Versare la conserva concentrata di pomodoro ed allungarla con l'acqua calda;
coprire col coperchio e cucinare a fuoco lento,lasciando bollire piano per 2 ore,
fino a quando la carne sarà molto tenera.
Tagliare le patate a pezzetti e metterle assieme alla carne con ancora un' po' di
Sale per circa 15-20 minuti .Quando le patate saranno pronte si può servire la calandraca.

"Risi coi fegadei" (risotto con fegatini di pollo)

Ingredienti: 1,5 1 di brodo di pollo, 250 g di fegatini di pollo, 150 g di riso, 50 g di burro, -ale (a piacere)

Per completare: formaggio parmigiano grattugiato.

Dopo avere tolto i fegatini del sacchetto del fiele,lavateli e tagliateli a piccole strisce; ponete poi a lessare il riso nel brodo leggermente salato e,nel frattempo,in una padella a parte fate rosolare i fegatini per qualche minuto nel burro, mescolando con una paletta di legno. Unite quindi i fegatini al riso in brodo e portate a fine cottura .

BUON APPETITO!