PREMIO SPECIALE PER BUIE
 Luciano e Fiorella BONETTI

 

 

motto JERA UNA VOLTA A BUIE…                                                                      

 

Lara Krevatin, Valentina Turčinović, Ilaria Vesnaver,Lorenzo Balanzin, Dominik Savić, Matteo Saina,
 

    Mitja Križovnik, Mateo Radešić, Luca Vigini,  Rocco Smoković

                                                                                                         

Classe I  Scuola Elementare Italiana “Edmondo De Amicis” Buie

                                                                                                     

Insegnante Samira Laganis
 

Motivazione: i piccoletti della prima classe di Buie si sono sbizzarriti a rappresentare i mestieri di una volta inseriti in un contesto particolare: un calendario arricchito dai loro disegni accompagnati da proverbi in dialetto. Godibilissimo.

 

 Noi alunni della classe I della S.E.I. «Edmondo De Amicis» di Buie, siamo piccolini ma laboriosi come i nostri compaesani. Abbiamo fatto diverse ricerche in questi giorni assieme ai nostri genitori e nonni.  

Abbiamo voluto quindi creare una bozza per un calendario dell'artigiano.

 

«L'attivitŕ e il lavoro dei nostri nonni»

 

INTRODUZIONE: 

CAMINANDO SU E ŞO PER LE CONTRADE

I NE CONTA I NOSTRI VECI

CHE XE PASAI TANTI ANI

DE QUANDO A BUIE

NO JERA NE AUTI E GNANCA MOTORI

E COI MUSI E MANŞI SE FASEVA I LAVORI.
 

PASAVA PER BUIE EL TRENO, LA PARENSANA

JERA EL TORCIO E LA CANTINA POPOLAR,

JERA EL VECIO CHE TE GOVERNAVA EL SECIO,

CALIGHERI, BOTERI E BOTEGHERI

BECHERI, FABRI E BARBIERI.

LA ROBA SE LAVAVA IN STRADA

E LE DONE CANTAVA PIAN:

«MAMMA MIA DAMMI CENTO LIRE

 CHE IN AMERICA VOJO ANDAR...»

 

EL TEMPO ŞE PASŔ

E CHISŔ SE QUALCHEDUN DE NOI PICI SE RICORDARŔ

CHE SU QUESTO NOSTRO COL UNA VOLTA JERA TANTA ŞENTE

E CHE DE LORI OGI SE SA POCO O GNENTE.